TITOLO V

ELEZIONI

 

ART. 25 – Sono elettori i soci sia ordinari che vitalizi, di età non inferiore ai 18 anni.

Durante le elezioni nella sala dovrà trovarsi, in libera visione, la lista generale dei soci, l’elenco delle cariche scadute e l’ordine del giorno.

Nel giorno fissato per la nomina delle cariche e nell’ora stabilita dall’avviso di convocazione il presidente della società, o chi ne fa le veci, sceglie fra i presenti due scrutatori, coadiuvati dal segretario della società, e fra questi sceglierà il presidente del seggio al quale spetterà l’apertura delle votazioni.

 

ART. 26 – Per la votazione ciascun socio si presenterà al tavolo della presidenza del seggio a deporre la scheda, senza alcun carattere o segno che serva da riconoscimento.

La scheda verrà deposta nell’urna ed uno scrutatore registrerà il nome del votante.

 

ART. 27 – Trascorso il termine per la votazione, il presidente del seggio la dichiarerà chiusa e riscontrerà se il numero delle schede corrisponde a quello dei votanti.

Si procederà quindi con lo scrutinio dei voti e si proclamerà eletti coloro che avranno riportato la maggioranza dei voti, in caso di parità di voti si riterrà eletto il più anziano di età.

Terminate le operazioni di voto sarà redatto apposito verbale sottoscritto dai componenti del seggio elettorale.