Articolo 40

ART. 40 – Il massimo potere deliberativo  esercitato dai soci costituiti in assemblea.

Articolo 41

ART. 41 – L’assemblea generale dei soci si riunisce almeno una volta all’anno nel mese di aprile per deliberare:

  1. sul conto consuntivo dell’anno precedente e quello preventivo accompagnato dalla relazione morale della Presidenza e dal rapporto dei Sindaci;
  2. sulle eventuali riforme dello Statuto;
  3. su ogni altro argomento di interesse sociale posto all’ordine del giorno.

Nel caso delle elezioni sarà convocata una seconda assemblea ordinaria nel mese di ottobre. L’Assemblea generale si potrà convocare anche in via straordinaria:

  1. per delibera del Consiglio di Amministrazione;
  2. per invito dei Sindaci;
  3. in seguito a domanda presentata da almeno un decimo dei soci effettivi.

Articolo 42

ART. 42 – Perché l’assemblea sia legale di prima convocazione occorre l’intervento di almeno un terzo dei soci effettivi. La seconda convocazione dovrà aver luogo non prima del giorno successivo e sarà valida qualunque sia il numero degli intervenuti.

Le deliberazioni relative debbono riportare l’approvazione di almeno due terzi dei presenti.

Articolo 43

ART. 43 – Le convocazioni delle assemblee generali si faranno mediante avviso a stampa da pubblicare a cura della Presidenza mediante affissione nei principali locali pubblici della città di Este e nella Sede Sociale nonché mediante inserzione nel foglio annunci legali della provincia di Padova, almeno 10 giorni prima della data di convocazione. Verrà pure data comunicazione personale a ciascun socio reperibile. In detti avvisi saranno indicati gli oggetti da trattarsi e per quelli elettorali sarà inoltre determinata la durata dell’apertura delle urne.

 Articolo 44

ART. 44 – Il Presidente, o chi ne fa le veci, è incaricato della Direzione delle Assemblee, del contenimento dell’ordine o della serietà delle discussioni.

Articolo 45

ART. 45 – Delle assemblee sarà redatto verbale a mezzo del Segretario in carica o di altro speciale che di volta in volta potrà essere nominato dalla Presidenza.

I verbali saranno conservati in atti in ordine progressivo e sottoscritti dal Presdente e dal Segretario.

Articolo 46

ART. 46 – Tutte le delibere prese dall’assemblea sono sempre valide ed obbligatorie per tutti indistintamente i soci, compresi gli assenti.