Articolo 16

ART. 16 – L’amore al lavoro, il culto della Patria e della famiglia, il reciproco rispetto, il sentimento di solidarietà e di fratellanza, sono doveri fondamentali di ogni socio

Articolo 17

ART. 17 – I soci effettivi dovranno pagare all’atto della loro ammissione una tassa secondo quanto stabilito dal Regolamento.

Articolo 18

ART. 18 – Ogni socio effettivo ordinario, senza distinzione di età e di sesso, è tenuto al pagamento di un contributo annuo anticipato. Il contributo scade sempre il primo giorni del mese di gennaio.

Il pagamento si effettuerà, previo avviso scritto personale, presso l’ufficio della Società; il Segretario rilascerà ricevuta con l’applicazione di marche sulla tessera delle contribuzioni.

Articolo 19

ART. 19 – In caso di richiamo alle armi o trasferimento temporanei i diritti ed i doveri del socio restano sospesi fino al loro ritorno, purché comprovino di essere nelle condizioni richieste dall’art. 6. Per il servizio militare agli effetti dell’art. 38, il periodo di assenza non è considerato di interruzione, per il trasferimento temporaneo invece, agli effetti dello stesso art. 38, il periodo di assenza è considerato di interruzione a tutti gli effetti e quindi non è tenuto al pagamento del contributo annuale. Per il socio che trasferisce definitivamente la residenza altrove, a sua richiesta potrà rimanere iscritto; per l’assistenza avrà diritto del sussidio come nei casi di ricoverati negli stabilimenti ospedalieri. La malattia dovrà essere comprovata da certificato del medico curante, vidimato dall’Autorità del Comune dove si trova.

Articolo 20

ART. 20 – Tutti i soci hanno l’obbligo di comunicare alla Presidenza gli abusi comunque e da chiunque commessi a danno della Società.

Articolo 21

ART. 21 – Il socio effettivo ha diritto:

  1. di coprire qualsiasi carica secondo le norme del Presente Statuto;
  2. di votare nelle Assemblee quando abbia compiuto il 21° anno di età;
  3. di fare qualsiasi proposta preferibilmente appoggiata da altri soci; e possibilmente presentata 24 ore prima dell’Assemblea;
  4. di ricevere in caso di malattia, un anno dopo la sia iscrizione al Sodalizio, assistenza indiretta medica e farmaceutica esclusi i presidi chirurgici, secondo il Regolamento per le malattie;
  5. avrà diritto ad un sussidio di vecchiaia secondo quanto dispone il titolo VIII.

Articolo 22

ART. 22 – Il Consiglio di Amministrazione potrà variare il Regolamento interno tutto od in parte quando lo ritenga opportuno previa approvazione dell’Assemblea.

Articolo 23

ART. 23 – Non sono concessi presidi chirurgici.

Articolo 24

ART. 24 – Le donne avranno diritto al sussidio di maternità di cui al titolo VI.

Articolo 25

ART. 25 – Quel socio che, prima della malattia, non è in perfetta regola coi pagamenti, non avrà diritto alla assistenza.

Articolo 26

ART. 26 – Qualora un socio cadendo malato venisse ricoverato in uno stabilimento ospedaliero o casa di cura, in luogo del medico e delle medicine, sarà corrisposto un sussidio giornaliero graduale per un massimo di giorni novanta, escluso ogni obbligo da parte della Società di rifondere le spese do dozzina e di cura agli stabilimenti stessi.

Articolo 27

ART. 27 – Il socio che ricadrà ammalato, avrà diritto alla assistenza, purché siano passati sei mesi dalla guarigione clinica della prima malattia.

Articolo 28

ART. 28 – Il socio non ha diritto a sussidi per cure termali, bagni marini, acque ferruginose, arsenicali ecc. o per altre cure speciali.

Articolo 29

ART. 29 – Gli ammalati di malattie veneree od altre provenienti da disoneste abitudini di vita, o da risse nelle quali il socio risulti essere stato il provocatore, e gli ammalati per abuso di bevande alcooliche, non avranno diritto ad assistenza di sorta.

Articolo 30

ART. 30 – Nel caso di malattie endemiche, epidemiche o contagiose, il Consiglio di Amministrazione potrà sospendere o modificare, tutta od in parte, l’assistenza medica o farmaceutica.

Articolo 31

ART. 31 – In caso di grave e lunga malattia, come di possibili complicazioni per le quali si trovasse in pericolo la vita di un socio e compromesso l’interesse della Società, qualsiasi medico alla cura dovrà accettare un consulto di altro medico della città, preferibilmente fra medici soci onorari, sia che la domanda venga fatta dal malato o dalla di lui famiglia, oppure dalla Presidenza.

Articolo 32

ART. 32 – Il Consiglio di Amministrazione potrà esporre sussidi straordinari a soci in casi non contemplati nel presente Statuto sempre secondo le disponibilità economiche della Società, quando ce ne sia giustificato motivo.

Articolo 33

ART. 33 – Tutto ciò che concerne l’assistenza medica e farmaceutica ecc. la tassa di iscrizione e le quote annuali saranno regolate da apposito Regolamento che sarà parte integrante del presente Statuto.

Articolo 34

ART. 34 – La compilazione e le eventuali variazioni del Regolamento competono esclusivamente al Consiglio di Amministrazione, salvo l’approvazione dell’Assemblea.